SASSARI:BLOCCO STUDENTESCO , EMAIL PER SEGNALARE DISSERVIZI ARST

Sassari,23 Febbraio- ‘Stimolati dalla proposta del direttore dell’ ARST Sign. Poledrini -spiega il Blocco Studentesco in una nota- rigurado il farci carico di segnalare eventuali criticità riguardo l’operato dell’ azienda, abbiamo deciso di creare un apposita email bs.segnalazioni@yahoo.it , che verrà pubblicizzata nei prossimi giorni presso le scuole e le università, dove sarà possibile contattarci per evidenziare possibili disservizi’.

‘Oltre alla email- conclude il Blocco Studentesco- abbiamo in progetto di creare nei prossimi mesi un dossier, prendendo spunto dalle testimonianze e le proposte degli studenti pendolari, che consegneremo alla dirigenza Arst, come spunto per migliorare ulteriormente il servizio’.

Annunci

Sassari: Blocco Studentesco: Solidarietà agli studenti del pullman sequestrato dall’arst

Anche il Blocco Studentesco Sassari interviene nelle polemiche scaturite in seguito al blitz dei controllori Arst che mercoledì mattina avrebbero fatto ritardare di oltre un ora l’ingresso nelle scuole degli studenti che viaggiavano sulla linea Porto Torres- Sassari.

 “E’ vergognoso –afferma Andrea Farris coordinatore regionale del Blocco Studentesco- che i controllori dell’Arst abbiano tenuto reclusi e multato dei ragazzi all’interno di un pullman nonostante questi avessero esibito l’abbonamento, tanto più se si considera che spesso in quella tratta sono presenti minorenni”.

“A rendere ancora più ridicola la situazione –continua Farris- è l’immediata revoca delle multe che dimostra l’inutilità finale di una retata che, analizzata assieme ai controlli effettuati sulla Metro e sulla tratta Sorso-Sennori, assomiglia sempre più ad una caccia allo studente”.

 “Ci auguriamo –conclude Farris- che l’Arst mostri le stesse capacità organizzative utilizzate per il blitz e per la revoca immediata delle sanzioni, anche nella risoluzione dei numerosi disservizi che gli studenti devono subire ogni giorno sulle sue linee”.

 

Ufficio stampa,Via Dau,8

3491510199

Caso Meridda: Blocco Studentesco: “Ha vinto la discriminazione politica.”

Sassari – Il Blocco Studentesco interviene sulla decisione della famiglia Meridda di chiedere l’annullamento delle celebrazioni previste all’interno dell’ Istituto “La Marmora” per il giovane ozierese Giuseppe Meridda, caduto nel 1938 nella guerra civile spagnola al fianco delle armate di Franco.

«Troviamo triste che la famiglia Meridda rinunci a celebrare un proprio caro per via delle polemiche scatenate ad arte dall’Anpi – sostiene Andrea Farris, coordinatore regionale Blocco Studentesco – tanto più se si considera che questo rappresenta un precedente grave di discriminazione politica nella nostra città».

«Ci chiediamo – prosegue Farris – se sia più formativo raccontare ai ragazzi del gesto nobile di un giovane che ha scelto di morire per i propri ideali o lasciar filtrare il messaggio che un’associazione in nome di una diversa visione politica possa impedire il ricordo di un caduto».

«Dal canto nostro – conclude Farris – ci adopereremo in numerose iniziative affinché i ragazzi di tutte le scuole della città conoscano a fondo l’importante figura di Meridda».

 

Blocco Studentesco Sassari

Andrea Farris

Comunicazione Mercatino del Libro di Testo Usato

In questi giorni, come concordato al momento della consegna, i libri non ritirati entro il termine stabilito sono stati donati alla associazione laica “Casa della Fraterna Solidarietà” che si occupa della distribuzione di pasti, vestiti ed altri beni agli indigenti. Grazie della collaborazione.

                                                                                                                                                                                                                  Blocco Studentesco Sassari

Sassari. Polemica Meridda, Blocco Studentesco: “Dall’Anpi comportamento liberticida”

Sassari 5Nov.- Anche il Blocco Studentesco sassarese interviene nella polemica riguardante le celebrazioni dell’Istituto “Lamarmora” in ricordo del sottotenente Giuseppe Meridda, morto nella guerra civile spagnola dove combattè al fianco delle armate franchiste.”Fa sorridere -afferma il Blocco Studentesco- che l’ANPI e il deputato Pd Guido Melis, dichiarandosi tutori della democrazia e libertà, vogliano impedire per ragioni politiche a degli studenti di analizzare liberamente una figura storica  tanto più se si considera che da anni all’interno dell’istituto è presente senza creare alcuna polemica una targa in suo ricordo”.

“Sarebbe opportuno -continua- che il deputato Melis nella sua interrogazione parlamentare domandasse come mai alcuni insegnanti utilizino l’Anpi e non le istituzioni preposte per segnalare manifestazioni a loro non gradite o quanto meno chiedesse delucidazioni sul perchè questi insegnanti abbiano introdotto ‘l’intolleranza politica’ tra le materie scolastite”.

“Noi -conclude- dal canto nostro riteniamo gli studenti capaci di una propria libera opinione -conclude Farris- e ci porremo al loro fianco con varie iniziative nella tutela di questo diritto”.

—–
Blocco Studentesco Sassari
Andrea Farris, 349 1510199

SASSARI: BLOCCO STUDENTESCO DENUNCIA IL MERCATO NERO DEGLI AFFITTI STROZZA STUDENTI, MANIFESTI SHOCK NELLE BACHECHE UNIVERSITARI

 Sassari,5 Ottobre 2011 – Annunci affissi all’ingresso delle principali sedi universitarie e nei luoghi di incontro degli studenti universitari recanti la scritta: “Affittasi stanza per studente /ssa senza regolare contratto d’affitto e a canoni fuori mercato…Il mercato nero degli affitti ti aspetta per strozzarti”. Questa l’ultima azione dei militanti del Blocco Studentesco, movimento direttamente riconducibile a CasaPound, per denunciare il vergognoso mercato degli affitti in nero che da anni tormenta gli iscritti dell’Ateneo sassarese.

“E’ vergognoso – afferma Andrea Farris, coordinatore regionale del Blocco studentesco – che i proprietari di immobili della città approfittino della necessità degli studenti di un alloggio, affittando le abitazioni a prezzi esorbitanti e spesso senza regolare contratto, impedendo di fatto a molti ragazzi l’accesso agli studi universitari”.

 “Gli alloggi Ersu  – continua –  risultano numericamente insufficienti per arginare il fenomeno della speculazione soprattutto perchè non accompagnati da adeguati controlli sui contratti in nero”.

 “Per noi – conclude Farris – l’unica soluzione rimane la costituzione di un ufficio regionale anti-speculazione sul canone di locazione per gli studenti fuori sede al quale ogni privato dovrà rivolgersi prima di offrire il locale agli studenti stessi col fine di supervisionare i contratti ed evitare comportamenti di sperequazione ai danni della parte debole”.

————-

Ufficio stampa  Blocco studentesco- CasaPound Italia

Via Dau,8 Sassari (349 151 0199)                         

SASSARI: MERCATINO DEL LIBRO USATO, BLOCCO STUDENTESCO “ANCHE QUEST’ ANNO UN SUCCESSO”

Sassari,1 Ottobre – Si è conclusa ieri la quarta edizione del mercatino del libro scolastico usato organizzato dal Blocco studentesco Sassarese, organo studentesco direttamente riconducibile a CasaPound Italia.

“Non possiamo che ritenerci soddisfatti – sostiene Andrea Farris coordinatore regionale del Blocco Studentesco –quasi 1.500 i testi scolastici portati dalle famiglie e circa 700 i libri venduti a metà prezzo, senza alcun scopo di lucro da parte nostra. Siamo felici della grande partecipazione e del supporto avuto dalle famiglie e dagli studenti, ormai sempre più stremati dalla truffa delle nuove edizioni e da testi sempre più costosi”.

”Come Blocco Studentesco – continua Farris – pensiamo che il mercatino del libro usato sia solamente uno degli  strumenti per combattere la speculazione; ma come reale e unica soluzione – conclude -continuiamo a proporre l’adozione di un libro di testo unico per ogni materia a livello regionale, scelto da una commissione di docenti eletta direttamente dagli studenti”.

Ufficio Stampa Blocco Studentesco-CasaPound Italia                                                                          

Via Dau,8 – Sassari                                                                                           

349 151 0199


Annunci